Finanziamenti a pensionati protestati online

I prestiti a pensionati protestati: cosa sono e a cosa servono

I prestiti a pensionati protestati sono finanziamenti che vengono concessi a soggetti titolari di una pensione (e dunque di un reddito stabile e continuativo) che per un motivo o per l’altro sono stati protestati e quindi vengono normalmente esclusi dalle richieste di concessione di prestiti. Tali finanziamenti, dunque, rappresentano una soluzione ideale per soggetti che sicuramente sono in grado di rimborsare la somma ottenuta (proprio perché possiedono una pensione) e che però, magari a causa di una dimenticanza o di una difficoltà temporanea, hanno subito un protesto, per esempio perché hanno onorato una cambiale due giorni dopo la rata di scadenza o si sono scordati di corrispondere un assegno.

Prestiti a pensionati protestati: la cessione del quinto

Nella maggior parte dei casi, il rimborso dei prestiti a pensionati protestati avviene semplicemente tramite la cessione del quinto della pensione, che consiste nel prelievo diretto della rata mensile (fino a un massimo del 20% della pensione) dall’accredito. In questo modo, l’istituto di credito ha la sicurezza di ottenere ogni mese i soldi che gli spettano; il pensionato, d’altro canto, è certo di avere onorato il proprio impegno e non corre il rischio di dimenticarselo (e inoltre il tutto avviene in maniera automatica, senza perdite di tempo o ulteriori esborsi di denaro).
Insomma, per i prestiti a pensionati protestati la cessione del quinto costituisce una garanzia davvero importante per entrambe le parti in causa, fonte di sicurezza e solidità.